Regione Emilia-Romagna Ervet

 

 

 

logo

E’ on line l'aggiornamento semestrale della newsletter “La diffusione degli strumenti volontari per la gestione della sostenibilità in Emilia–Romagna”, realizzata da ERVET S.P.A.
24 Febbraio 2009

187 registrazioni EMAS, 1.296 certificati ISO 14001, 29 licenze Ecolabel: il quadro sulle certificazioni ambientali in Emilia Romagna. In Italia negli ultimi quattro anni, le registrazioni ambientali EMAS sono cresciute del 147% passando da 390 a 963 e l'Emilia-Romagna ha mantenuto il primato nazionale passando da 117 a 187 registrazioni, pari a un incremento del 60%.
La norma ISO 14001 a livello nazionale è cresciuta dell'81%, passando da 6.867 a 12.425 certificazioni e la nostra regione con 1.296 organizzazioni certificate (dicembre 2008) rispetto alle 548 (dicembre 2005) ha registrato un incremento del 136%. Il panorama mantiene quindi uno scenario evolutivo positivo, anche se da alcune regioni, arrivano i primi segnali di revoche o rinunce.
La ripartizione geografica delle registrazioni EMAS sul territorio nazionale è ancora disomogenea: il maggior numero di certificazioni ambientali è concentrato al Nord (54% delle organizzazioni registrate) e al Centro Italia (25%).
I settori produttivi più rappresentati da EMAS a livello nazionale sono le Pubbliche Amministrazioni (154), il settore dei Servizi (124) e il comparto Agroalimentare (105). La stessa tendenza si riflette a livello regionale, ma con ordine diverso: sono 97 le organizzazioni registrate nel comparto agroalimentare (concentrate nel distretto parmense), 27 nel settore dei servizi ed in particolare la gestione dei rifiuti e 22 Pubbliche Amministrazioni, con Province, Comuni, ed altri enti che hanno contribuito in modo significativo alla diffusione della certificazione ambientale.
I prodotti con certificazione Ecolabel (il marchio europeo di qualità ecologica) in Italia hanno raggiunto quota 3.822 (prodotti/servizi etichettati) per un totale di 250 licenze assegnate a 15 gruppi di prodotti certificabili, mantenendo così una posizione di primato in Europa. Tra i 25 paesi UE, l'Italia è quello con il più alto tasso di incremento, che conferma un interesse crescente verso le tematiche ambientali, soprattutto nel settore turistico che a oggi conta 129 strutture ricettive e 14 campeggi certificati. Questo risultato costituisce una grande occasione per il turismo che, introducendo elementi di qualità ambientale, può rispondere meglio alle sfide internazionali e fornire un occasione in più per la promozione del territorio.La regione Emilia-Romagna con 29 licenze Ecolabel (21 prodotti e 8 servizi certificati), si colloca al terzo posto, su scala nazionale, dopo il Trentino-Alto Adige (89 licenze) e la Toscana (32 licenze). Questi sono, in sintesi, i dati emersi dalle elaborazioni statistiche sulle certificazioni ambientali pubblicate da ERVET nella Newsletter regionale di febbraio 2009, che monitora lo stato di diffusione degli strumenti volontari per la gestione della sostenibilità ambientale.


Scarica gratuitamente il documento.

 

ALLEGATI

Newsletter "La diffusione degli strumenti volontari per la gestione della sostenibilità in Emilia–Romagna"